phygital cos'è

Phygital cos’è e perché farà parte del nostro futuro…

La parola “Phygital” è l’unione di due parole: Phygital (fisico) e Digital (Digitale). Fu inventata nel 2013 dall’agenzia Australiana Momentum che la utilizzò nel suo motto “Un’agenzia per un mondo Phygital”.

Sempre nel 2013 Cyriac Roeding, durante il World Economic Forum – Technology Pioneers, disse:

“Il futuro dell’online è offline!”

Da allora l’argomento ha suscitato grande interesse e in molti si sono spinti a dire che il Phygital rappresenterà un nuovo “Rinascimento Digitale” che toccherà molti ambiti, ridefinendo i paradigmi dell’interazione tra le persone e la loro percezione della realtà circostante. Prodotti e servizi saranno costruiti mettendo al centro l’esperienza d’uso che sarà sempre più semplice e coinvolgente. Il digitale non sarà più una alternativa al fare, ma sarà connesso, fuso, nell’atto creativo, per realizzare ciò che serve. Il confine tra offline e online sarà sempre più sottile, e per dirlo con le parole del Ceo della Ipsos, “Online e Offline sono solo apparentemente contrapposti e in realtà ciascuna delle due dimensioni è costituita da molteplici realtà variegate, tra loro interconnesse”.
Con le definizioni e citazioni ci fermiamo qui. Preferiamo darvi qualche esempio concreto di come alcuni tra i Brand piu’ rappresentativi si siano già messi al lavoro su questi temi. Ne citiamo solo alcuni, ma navigando sul web ne potrete trovare molti altri:

Amazon Go Store di NY ha eliminato le casse in favore di una rete di telecamere e sensori che tengono traccia di ciò che viene preso dagli scaffali e che verrà addebitato sulla carta di credito dei clienti una volta usciti. In piu’ il came¬rino è diventato un vero e proprio dynamic fitting room dove se avviciniamo l’etichetta Rfid allo schermo ci appariranno tutti i colori dispo¬nibili, gli accessori correlati e gli abbinamenti possibili. Potremo anche chiedere una taglia più grande o un pantalone da abbinare alla giacca e il commesso ce le porterà direttamente.

L’Oreal ha lanciato un’applicazione che le permette di interagire con i clienti tramite un gioco che al contempo diverte e mostra i suoi nuovi prodotti che si adattano perfettamente al viso dell’utente. Le clienti potranno provare virtualmente i prodotti per poi acquistarli.

Nike ha da poco aperto a NY nel quartiere di Soho uno store pensato per rendere l’esperienza del cliente coinvolgente e unica. Utilizza decorazioni in 3D e grandi schermi touch, utilizzati sia per vedere i prodotti e la loro disponibilità, che per simulare in appositi luoghi ambienti reali in cui provarli.
Nel campo del turismo sono innumerevoli le applicazioni che stanno nascendo e permettono di ricevere guide e spiegazioni che appaiono in automatico nel momento in cui ci troviamo in prossimità di un luogo o di un’opera d’arte. Il passo successivo sarà interagire con le nostre città come già avviene ad esempio a Mantova, la prima “Città Phygital”. Tramite un’app installata nel nostro smartphone o su digitotem distribuiti per la città, in costante relazione con una serie di devices posizionati capillarmente sul territorio, saremo in grado di dialogare attivamente con la città.

Con il Phygital dunque le aziende, e non solo, riscoprono e valorizzano il ruolo dell’essere umano, portando una visione differente: un mondo da scoprire con nuove frontiere e opportunità da cogliere.

Grazie e a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Grazie per l’interesse, l’applicazione sarà presto disponibile. Seguici sui nostri canali social!